Tasse scolastiche ed universitarie

TASSE SCOLASTICHE E STUDENTI CON DISABILITA’

Le tasse scolastiche (Tassa di iscrizione e Tassa di frequentazione) non sono dovute per gli anni di scuola dell’obbligo, cioè fino al terzo anno (incluso) di scuola superiore.

Tale esenzione è valida per tutti gli studenti a prescindere dalla situazione economica o dalla eventuale disabilità, ed è stata ribadita da tutte le Circolari emesse annualmente dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e da ultimo dalla Circolare 2 febbraio 2010, n. 10.

Per le ultime due classi di scuola superiore, invece, è previsto il pagamento delle tasse scolastiche, e attraverso il Decreto Legislativo  297/94, Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione,  sono garantiti esoneri di pagamento per gli studenti appartenenti a nuclei familiari in condizione economica disagiata.

Il comma 7 dell’articolo 200 prevede l’esenzione per «gli orfani di guerra, di caduti per la lotta di liberazione, di civili caduti per fatti di guerra, di caduti per causa di servizio o di lavoro; i figli di mutilati o invalidi di guerra o per la lotta di liberazione, di militari dichiarati dispersi, di mutilati o di invalidi civili per fatti di guerra, di mutilati o invalidi per causa di servizio o di lavoro; i ciechi civili».

Inoltre, L’articolo 30 della Legge 118/71 a favore dei mutilati ed invalidi civili , stabilisce che «ai mutilati ed invalidi civili che appartengono a famiglie di disagiata condizione economica e che abbiano subìto una diminuzione superiore ai due terzi della capacità lavorativa ed ai figli dei beneficiari della pensione di inabilità, è concessa l’esenzione dalle tasse scolastiche e universitarie e da ogni altra imposta, analogamente agli esoneri previsti per gli orfani di guerra, ciechi civili, i mutilati ed invalidi di guerra, di lavoro, di servizio e i loro figli».

Pertanto l’unica vera condizione per usufruire dell’esenzione del pagamento delle tasse scolastiche è la condizione economica disagiata. Ogni anno il Ministero della Pubblica Istruzione, attraverso propria circolare, indica i limiti massimo di reddito, riferito all’anno precedente d’imposta, con il quale si può richiedere l’esenzione. La condizione economica è calcolata attraverso il reddito complessivo del nucleo familiare.

Attenzione, il comma 9 dell’art. 200 del Testo Unico stabilisce che l’esenzione non è accettata nel caso in cui il voto di condotto sia inferiore ad 8 oppure nel caso di provvedimento disciplinare di sospensione dello studente superiore a cinque giorni o in casi di punizioni disciplinari maggiormente gravi. Inoltre, l’esenzione è nulla nei casi di alunni ripetenti, tranne in casi di comprovata infermità. 

TASSE UNIVERSITARIE E STUDENTI CON DISABILITA’ 

Università Pubbliche

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’aprile 2001 stabilisce l’esonero del pagamento delle tasse e dei contributi universitari agli studenti in situazione di handicap.

L’articolo 8 prevede per gli studenti con invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% il diritto  all’esenzione dal pagamento di tasse e contributi, senza porre alcuna condizione economica disagiata.

È consentito agli atenei universitari di prevedere la concessione di esoneri totali o parziali dalla tassa d’iscrizione e dai contributi anche per studenti in situazione di handicap con invalidità inferiore al 66%. Inoltre, gli atenei sono liberi di poter predisporre ulteriori tipologie di esoneri, ad esempio l’esonero da test di ammissione a corsi di laurea a numero chiuso, e il prolungamento dei tempi di scadenza per l’iscrizione ai corsi di laurea.

Università Telematiche (private)

In Italia sono riconosciute dal MIUR 11 Università Telematiche. Alcune di queste, pur non avendo alcun obbligo di legge verso esoneri di pagamento per tasse e contributi per studenti in situazioni di handicap e invalidità come avviene per le università pubbliche, concedono agevolazioni economiche totali o parziali.

  • Università telematica internazionale “UniNettuno”  Gli studenti con invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% hanno diritto all’esonero totale dalle tasse universitarie. Detti studenti, dietro presentazione di idonea documentazione, devono versare per ciascun anno accademico la somma di euro 25,00 quale rimborso spese. Gli studenti iscritti ad anni successivi al primo dovranno comunicare tempestivamente alla propria Segreteria eventuali variazioni della percentuale di invalidità che comportino la revoca del beneficio dell’esonero totale.
  • Università telematica “Pegaso”  Gli studenti diversamente abili iscritti ai corsi di Laurea hanno diritto all’esonero parziale dal pagamento della retta d’iscrizione, calcolata secondo la percentuale d’invalidità. Per beneficiare dell’esonero parziale sotto indicato lo studente diversamente abile dovrà allegare alla domanda d’iscrizione il certificato originale d’invalidità:

Percentuale di invalidità e riduzione riconosciuta

Dal 45% al 65%                 riduzione del 30%

Dal  66% al 100%             riduzione del 50%

L’esonero non è cumulabile con eventuali ulteriori agevolazioni derivanti da programmi o convenzioni

  • Università telematica Universitas Mercatorum → Gli studenti con invalidità superiore al 46% possono usufruire dell’immatricolazione gratuita e di uno sconto sulla retta per il 2° e 3° anno di corso, rateizzabile.
  • Università telematica “San Raffaele”  Gli studenti portatori di handicap con invalidità riconosciuta superiore al 66% possono usufruire dell’esonero totale dalle tasse universitarie.
  • Università telematica “e-Campus” Gli studenti con certificazione di invalidità pari o superiore al 66% possono beneficiare dell’esonero dalle tasse universitarie. Gli studenti dovranno segnalare la percentuale di invalidità civile e i riferimenti della certificazione nel modulo di immatricolazione; saranno tenuti a pagare solo la tassa regionale. Non prevedono l’esonero i corsi di perfezionamento ed i master.
  • Università telematica “Giustino Fortunato” Coloro che hanno una disabilità pari o superiore al 66% saranno esonerati, per la quota del 20%, dalle tasse universitarie.
© 2017 LIFC Lega Italiana Fibrosi Cistica - ONLUS - Viale Regina Margherita, 306 00198 Roma | Codice Fiscale 80233410580.