« News

Le misure prorogate fino al 31 marzo 2022 in virtù dello stato di emergenza

Con un provvedimento di fine anno, lo stato di emergenza è stato prorogato al 31 marzo 2022 (art.1 – Decreto Legge 221 del 25 dicembre 2021) e con esso alcune misure importanti che riguardano i diritti dei soggetti fragili.

  • Fino al 31 marzo 2022 sono prorogati i congedi parentali: come già successo in passato, in caso di sospensione dell’attività didattica o educativa in presenza, o di quarantena o di infezione da Covid, si ha diritto all’astensione dal lavoro “retribuita” per i genitori di figli under 14 con loro conviventi, mentre l’astensione dal lavoro sarà concessa ma non sarà retribuita per figli dai 14 e fino a 16 anni. Nel caso di figli con handicap grave, invece, indipendentemente dall’età di questi ultimi, si avrà diritto ai congedi retribuiti.
  • Fino al 28 febbraio 2022 viene esteso il diritto di usufruire del lavoro agile sempre con modalità semplificate. I lavoratori “fragili” potranno continuare a svolgere l’attività in smart working anche con adibizione a mansioni diverse ma uguale inquadramento. Il Decreto Legge 221 prevede che sia emanato un Decreto Ministeriale entro 30 gg., quindi entro il 24 gennaio 2022, per individuare «le patologie croniche con scarso compenso clinico e con particolare connotazione di gravità, in presenza delle quali la prestazione lavorativa è normalmente svolta in modalità agile». Attendiamo.

Purtroppo ad oggi notiamo che per i lavoratori fragili nel Decreto Legge non è presente la proroga dell’assenza dal lavoro equiparata al ricovero ospedaliero (con la relativa indennità economica), ma siamo fiduciosi che ciò avvenga al momento della conversione in Legge, con un provvedimento che sia anche retroattivo, come già accaduto in passato.

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/12/24/21G00244/sg

https://www.lavoro.gov.it/notizie/Pagine/Proroga-dello-stato-di-emergenza-e-di-ulteriori-misure-a-tutela-del-lavoro.aspx