La corsa verso la felicità

Quando si è svegliato in rianimazione, con gli occhi puntati sul saturimetro a “100” e decine di tubi che gli uscivano dal corpo, Stefano non ha provato dolore, ma solo un’estrema felicità.